primi piatti

La domenica … a casa mia!

Ebbene si la domenica in casa mia si cerca di dare spazio a quei piatti che difficilmente sono protagonisti della nostra quotidianeità vuoi per mancanza di tempo, vuoi per la stanchezza lavorativa che a fine giornata ti fa tanto desiderare una fresca doccia per poi ruzzolare sul divano in attesa di Morfeo … a volte penso che vita sia questa, ma questo è un altro discorso!
La domenica è il giorno di festa, di riposo, il giorno che finalmente si mangia tutti insieme e soprattutto, per me, è il giorno in cui finalmente mangio la PASTA e si pone fine, momentaneamente alla ormai super collaudata “schiscetta”!
Ed oggi ho trovato conforto in questo primo piatto, un pò laborioso, ma così buono ma così buono … che è meglio dare spazio alla ricetta 🙂

Ingredienti per 500 gr. di pasta:

Per il sugo:

–   1 bottiglia e mezza di passata di pomodoro
–   olio extra vergine di oliva
–   1 cipollotto
–   sale q.b.
–   qualche foglia di basilico

Per le polpettine:

–   200 gr. di carne macinata
–   1 uovo
–   1 cucchiaio di pecorino romano
–   1 cucchiaio di pangrattato
–   1 pezzetto di aglio
–   un po’ di prezzemolo
–   Sale q.b.

Per le melanzane fritte:

–   500 g. di melanzane
–   2 uova
–   farina q.b.
–   1 cucchiaio di pecorino romano

–   500 g. di tortiglioni (o quella che gradite)
–   mozzarella tagliata a dadini

Preparazione:

mettere in una pentola l’olio extra vergine di oliva e il cipollotto tagliato a fette sottili e far imbiondire;
dopodiché aggiungere la passata di pomodoro, il basilico, un pizzico di sale, un pizzico di zucchero (per togliere l’acidità) e far cuocere … allungare il sugo con un bicchiere di acqua quanto basta (il sugo non deve essere denso ma tendenzialmente liquido);
nel frattempo preparare le polpettine mettendo in una terrina la carne macinata alla quale aggiungiamo l’uovo, il formaggio, il pangrattato, il prezzemolo tritato, il pezzettino di aglio tritato, una spolverata di pepe e un pizzico di sale … amalgamare bene il tutto e formare tante piccole polpettine che andrete a friggere in una padella antiaderente con poco olio;
una volta fritte le polpette, unirle al sugo portare a bollore e spegnere;
per le melanzane lavarle togliere la buccia tagliarle a fette, metterle in uno scolapasta formando vari strati e su ogni strato cospargere con poco sale … tenerle così per un paio di ore;
nel frattempo in una terrina sbattere le uova con il formaggio;
passate le due ore prendere le fette di melanzana “strizzarle” delicatamente per far fuoriuscire l’acqua (se ce n’è ancora) infarinarle, passarle nell’uovo e friggerle nella padella con olio;
una volta fritte le melanzane tenerle da parte;
cuocere la pasta a metà cottura.

Per la preparazione della teglia:

mettere nel fondo della teglia un paio di mestoli di sugo e aggiungere metà quantità di pasta;
fare uno strato di polpettine;
uno strato di mozzarella tagliata a dadini;
mettere qualche cucchiaiata di sugo e uno spolverata di formaggio;
procedere con uno strato di melanzane fritte;
dopodiché un altro strato di sugo e formaggio;
procedere con i vari strati sino al termine degli ingredienti;
l’ultimo strato, comunque, deve essere formato dalla pasta rimanente, un ultimo strato di sugo e una spolverata di formaggio;
infornare a 180° per circa 1 ora o comunque sino a quando il tutto è ben cotto e in superficie si è formata una buona crosticina.

Bon appétit!

18 Comments

  • Reply
    Pippi
    30 Maggio 2011 at 8:31

    mi ricorda tanto le domeniche da mia mamma..

  • Reply
    fausta
    30 Maggio 2011 at 10:16

    …emmannaggia, Ros, mi vuoi far venire una sincope? A quest'ora vedere questo ben di dio… è da svenimento! Pensa che sono parecchi giorni che in casa mia si mangia quel che c'è in frigo (insalate, formaggio, salumi, frutta), ma mica per dieta, no! Per mancanza di tempo per cucinare e tu mi presenti questa!
    Te lo sei voluta tu… passo da te!
    Un bacione

  • Reply
    ricordietradizioni
    30 Maggio 2011 at 11:57

    @Pippi: 🙂

    @Fausta: passa volentieri da me un posto a tavola lo aggiungo volentieri :-)durante la settimana mi "arrangio" anche io con quello che trovo ma la domenica… eh no la domenica è sacra 🙂

  • Reply
    Felix
    30 Maggio 2011 at 12:35

    E' stupenda davvero! Solo mia nonna paterna la faceva proprio così! Quanti ricordi…

    Adesso che l'ho rivista ne approfitterò per farla, senza glutine, ma me la preparerò!
    Grazie 🙂

  • Reply
    lucy
    30 Maggio 2011 at 16:51

    sai che anche io mi concedo la pasta (normale o pasta al forno) solo il fine settimana e possibilmente di domenica.in effetti fa più festa e poi è bello stare seduti insime in famiglia ad assaporare queste teglie deliziose!

  • Reply
    Le ricette dell'Amore Vero
    30 Maggio 2011 at 20:04

    che bontà, uguale a come la fa mia mamma! complimenti per le tue ricette e per il blog! se ti va sei la benvenuta nella mia cucina! un bacione! 🙂

  • Reply
    ricordietradizioni
    31 Maggio 2011 at 6:54

    @Felix: questa pasta al forno è quella che mangio da quando sono piccina e non la cambio con altre 🙂

    @Lucy: concordo con te 🙂

    @Le ricette…grazie per i complimenti e sarà un piacere unirmi alla tua cucina anzi mi ci fiondo subito 🙂

  • Reply
    accantoalcamino
    31 Maggio 2011 at 10:50

    Oh Ros, come ho fatto a perdermi questa pasta al forno..con le polpettine poi, ma sono ancora in tempo per una forchettata? No eh 🙁
    Grazie per la ricetta, sono sicura che prima o poi capiterà sulla mia tavola 😀

  • Reply
    ricordietradizioni
    31 Maggio 2011 at 11:58

    cara Libera se passavi ieri riuscivo a darti una forchettata…ma oggi nadaaaaaa!!! ce la siamo magnata tutta 🙂 però la prox volta ti aspetto 🙂

  • Reply
    vesselinkata
    31 Maggio 2011 at 14:27

    ciao ros, grazie per la visita e per il commento 🙂

  • Reply
    neve di marzo
    31 Maggio 2011 at 19:20

    che buona questa teglia di maccheroni,me la sparerei tutta,buonissima!

  • Reply
    ricordietradizioni
    1 Giugno 2011 at 8:27

    @vesselinkata: spero sia un piacere anche per te!

    @neve di marzo: grazieeeeeeee 🙂

  • Reply
    caris
    1 Giugno 2011 at 14:34

    Ciao!!! Bello il tuo blog! Anche da me la pasta al forno o il timballo o tutto ciò che è ripieno e calorico 🙂 è pasta della Domenica! Sono soddisfazioni! Il tuo piatto è golosissimo!

  • Reply
    Federica
    1 Giugno 2011 at 20:35

    la pasta al forno era spesso il paitto della domenica a casa quand'ero piccola. E' un secolo che non la mangio. Mi hai fatto fare un tuffo nei ricordi. La tua versione è davvero ricca e gustosa. Baci, a presto

  • Reply
    ricordietradizioni
    2 Giugno 2011 at 17:34

    @Caris: grazie sono contenta che il mio blog ti piace 🙂

    @Federica: grazie 🙂

  • Reply
    marifra79
    3 Giugno 2011 at 14:14

    Io vivrei di solo paste al forno!!! Troppo buona Ros!!!!!! Un abbraccio e buon fine settimana

  • Reply
    ricordietradizioni
    3 Giugno 2011 at 15:13

    @Marifra: grazie cara e buon fine settimana anche a te 🙂

  • Reply
    Frittata spaghetti salame piccante | Ricordi e Tradizioni
    26 Gennaio 2016 at 11:41

    […] la frittata di spaghetti da sempre è stata il simbolo delle scampagnate insieme alla buonissima pasta al forno! Ricordo la gioia di noi piccoli alla vista di teglie enormi di ogni bontà tra cui la mitica […]

  • Rispondi a vesselinkata Cancel Reply