Lievitati/ lievitati dolci

Pasta Brioche

Qualcuno si sarà chiesto che fine abbia
fatto!

In effetti ci sono, passo dai vostri
blog, lascio un segno del mio passaggio … ma è da questo blog che manco, dal
mio!
E c’è una ragione ben precisa che giustifica questa mia assenza perchè
purtroppo non sempre le cose vanno come si vorrebbe o come si desiderano che
vadano.

Non sempre si riescono a portare
avanti i buoni propositi pensati, visualizzati e messi giù, nero su bianco su
un pezzo di carta.

A volte accadono cose che distolgono
la tua attenzione, rapiscono i tuoi pensieri, la tua mente e senti la necessità
di una pausa, di fermarti a pensare e riflettere!

Ecco la ragione della mia assenza da
questo blog pensato e creato in un periodo della mia vita di trasizione o
dovrei dire di rinascita?!
Adesso sono tornata e spero di riuscire ad essere più presente!

Questa ricetta è stata fatta a “quattro mani” ossia le mie e quelle di mia sorella Sara…per la verità l’idea iniziale di cimentarsi in questa ricetta è stata la sua ed io le ho dato il mio prezioso supporto (modesta!)… ok potevamo fare sicuramente di meglio ma noi siamo contente del risultato ottenuto ed anche coloro che hanno avuto l’onore o dovrei dire il disonore di mangiarle 🙂 

Pasta Brioche
(di Luca Montersino)

Ingredienti (circa 20 brioche):


–   1/2 kg di farina 00
–   80 g di latte intero fresco
–   15 g di lievito di birra
–   180 g di uova
–   70 g di zucchero
–   15 g di miele
–   10 g di rum
–   2 g di buccia di limone
–   1/2 bacca di vaniglia bourbon
–   180 g di burro
–   8 g di sale

per la lucidatura

–   tuorli

–   panna

Preparazione:
versare la farina nella
planetaria, unire il lievito di birra sbriciolato e il latte a temperatura
ambiente, le uova intere, lo zucchero, il miele, il rum, la buccia di limone e
la vaniglia, impastare per circa 8 minuti a velocità ridotta;
unire il burro ammorbidito e
sbattuto con la frusta e incorporarlo al composto poco alla volta;
terminare con il sale e
continuare ad impastare per circa 5 minuti sino a quando si ottiene un impasto
liscio, omogeneo ed elastico;
lasciare lievitare a temperatura
ambiente coprendo con la pellicola fino al raddoppio dell’impasto dopodiché rompere
la lievitazione impastando leggermente con le mani e mettere il composto in
frigorifero sempre coperto con la pellicola per circa 3 ore;

                  1° lievitazione                              2° lievitazione


trascorso questo tempo, formare
tante palline di pasta e porle sulla teglia rivestita con carta da forno e
lasciarle lievitare in un ambiente caldo (io ho cercato di creare le famose
brioche siciliane, che tanto adoro, staccando da ogni pallina di impasto un’altra
pallina piccolina –  il cosidetto “tuppo”
che sta in cima alla brioche – lisciare la pallina piccola e quella grande dopodiché
sempre con le mani creare una piccola ansa al centro della pallina grande e
collocarci la pallina più piccola);
quando saranno raddoppiati di
volume lucidarle con una miscela di tuorli e panna nella stessa quantità,
esempio 50 g di tuorli + 50 g di panna;

                                   brioche prima della lucidatura                                                           brioche con lucidatura

infornarli a 180°C sino a
quando le brioche diventano dorate.

Per la mise en place di queste gustosissime brioche ho utilizzato i piatti in foglia di palma dell’azienda Ecobioshopping di cui vi avevo parlato qui

Bon appétit!

You Might Also Like

22 Comments

  • Reply
    zucchina
    26 settembre 2011 at 15:37

    oh caspita, qui è assolutamente doveroso un bell'inchino con applauso. Sono bellissime, complimenti a tutt'e due :))

    per quanto riguarda la lontananza dal blog… io lo ripeterò finchè ho fiato in gola, il blog è, e deve restare un passatempo divertente e piacevole, la nostra vita "reale" deve stare sopra ad ogni cosa, non importa quanto tempo passa tra un post e un altro, ci sono cose che hanno la priorità assoluta, la nostra serenità è al primo posto, sempre.

    Un abbraccio grande e un bacio.
    Cri

  • Reply
    stefy
    26 settembre 2011 at 18:46

    Queste sì che sembrano identiche all'originale…..e sono sicura che saranno anche squisite…baci

  • Reply
    Cristina
    26 settembre 2011 at 20:12

    Che belle brioche!
    Se ti può consolare anche io, a volte, vorrei dedicare molto più tempo al blog, ma mi rendo conto che quando lo lascio da parte è perchè effettivamente ho qualcosa di più importante da fare e ne sono comunque felice 🙂

  • Reply
    accantoalcamino
    27 settembre 2011 at 4:20

    Ciao Ros, bentornata, hai le ciotoline come le mie..però le mie sono vuote 🙁
    Bello e buono questo "concerto a 4 mani", un abraccio.

  • Reply
    ricordietradizioni
    27 settembre 2011 at 8:14

    @Zucchina: grazie cara per i complimenti 🙂 concordo pienamente con te su tutto!!

    @Stefy: ti garantisco che erano molto buone 🙂

    @Cristina: purtroppo quando accadono cose che non ti aspetti inevitabilmente senti la necessità di isolarti ecco io ne avevo bisogno ma adesso sono ritornata a stressarvi con le mie ricette :-))

    @accantoalcamino: grazie cara :-)))

  • Reply
    sulemaniche
    27 settembre 2011 at 10:35

    adoro le ricette a 4 mani..perchè è quello che faccio anche io con mia sorella..poi i lievitati…li adoro!

    visto che sono qui ti invito al nostro contest..fuori di zucca..se ti va proponi una ricetta con l'ingrediente più spettacolare dell'autunno…abbiamo lanciato questa iniziativa e contiamo anche su di te!…un bacione

  • Reply
    Scarlett:
    27 settembre 2011 at 10:51

    ci son passata e ci sto passando in questo periodo,tu resta tranquilla chi ha voglia di seguirti lo fara' anche se passa tempo dal tuo ultimo post..
    Per le brioss complimentoni cara…da sicula casalinga ti do pure la lode…baci

  • Reply
    Stefania
    27 settembre 2011 at 12:03

    Ros , sai quante volte ho provato a farle e non mi sono mai venute ..solo delle cose che meglio non parlare …a desso a vedere le tue mi ritorna la voglia di riprovare
    sono bellissime brava ciao

  • Reply
    Arianna
    27 settembre 2011 at 12:17

    Mi ispirano un sacco queste briochine!!!!

  • Reply
    chabb
    27 settembre 2011 at 12:27

    dico che sono strabelle, bravissima !!!

  • Reply
    Loredana
    27 settembre 2011 at 13:56

    Sono concorde, il blog non è in lavoro, ma un piacere, così come lo è passare a dare un salutino agli altri, e io ti ringrazio perchè passi da me senza che io venga a ricordarti della mia esistenza, e non tutti lo fanno!
    la ricetta la segno e me la proverò, la vostra mi sembra davvero riuscita!
    ciao loredana

  • Reply
    Federica
    27 settembre 2011 at 14:54

    trovo che sia giusto seguire i propri istinti e le proprie esigenze. In fondo il blog dev'essere un piacere, un angolo di relax e di svago, non diventare un obbligo e un peso. Quello che ti auguro con tutto il cuore è che il periodo di "transizione" e di "rinascita" come lo hai definito abbia un esito positivo.
    Queste brioche sono meravigliose. Conosco questa pasta, è davvero ottima e ti è venuta alla perfezione. Complimenti, un bacione

    P.S. grazie per gli auguri 🙂

  • Reply
    pennaeforchetta
    27 settembre 2011 at 17:51

    Avevo notato la tua assenza in effetti…..i periodi no esistono anche per apprezzare di più i momenti si. Tirni duro e vai avanti giusto pochi passi più in là c' è una soluzione e tra poco la vedrai. Per quanto riguarda il blog non deve essere un obbligo. Io ad esempio mi sfogo in cucina. Cucino quando sono triste perchė così non penso alle mie tristezze. Cucino quando sono arrabbiata per sfogare le tensioni. Cucino quando sono felice per condividere la gioia. Insomma cucino sempre. E ingrasso. 😀

  • Reply
    Mari e Fiorella
    27 settembre 2011 at 18:10

    MA CHE BELLE….UN RITORNO ALLA GRANDE!!!!!!BUONA SERATA!!!!!!

  • Reply
    marifra79
    27 settembre 2011 at 21:15

    Oh Ros, mi dispiace sentirti giù e se posso consolarti in qualche modo anche per me questo è un periodo così… la brioche è davvero bella! Un abbraccio cara Ros

  • Reply
    Ines
    28 settembre 2011 at 10:28

    Che belle 🙂 La forma è tipica delle brioches siciliane, qui si chiamano "col tuppo" 😀 Brava, continua così senza abbatterti 😉

  • Reply
    meris
    28 settembre 2011 at 18:28

    Sono bellissime! Sei molto brava. Ciao, a presto

  • Reply
    Luca and Sabrina
    29 settembre 2011 at 9:11

    I periodi di transizione portano sempre ad una rinascita se si guarda la vita con il giusto ottimismo, noi siamo nuovi qui, ma quello che abbiamo visto ci è piaciuto e torneremo a trovarti. Queste brioche sono una meraviglia di sofficità, parlano da sole!
    Un bacione da Sabrina&Luca

  • Reply
    max - la piccola casa
    29 settembre 2011 at 13:36

    complimenti per le foto son veramente belle e ben eseguite!!

  • Reply
    Passiflora
    30 settembre 2011 at 8:51

    a me sembrano davvero notevoli! sarà che ho un debole per i dolci con il lievito di birra… mi sa che nel weekend mi cimenterò pure io!

  • Reply
    fausta
    1 ottobre 2011 at 12:57

    ciao Ros… e allora che si dovrebbe dire di me che ho "disertato" per tre mesi???
    Sai che anch'io ho fatto delle brioches simili? Che buone, vero?
    Un bacio

  • Reply
    ricordietradizioni
    4 ottobre 2011 at 15:22

    @su le maniche: anche io adoro cucinare con mia sorella anche se siamo due caratteri coooompletamente differenti! corro subito a vedere il contest grazie 🙂

    @Scarlett: wow la lode da una sicula??? sono emozionata :-)))

    @Stefania: riprovaci e vedrai che ti verranno benissimo 🙂

    @Arianna: grazie mille cara 🙂

    @Chaab: grazie mille :-))

    @Loredana: ho piacere a visitare il tuo blog e tutti gli altri e lo faccio senza aver un tornaconto 🙂

    @Federica: grazie 🙂

    @Pennaeforchetta: hahahhaha mi hai fatto morire dal ridere 🙂 ti adoro!!!

    @Mari e Fiorella: grazieeee 🙂

    @Marifra70: grazie cara ci consoliamo a vicenda quando vuoi 🙂

    @Ines: si si col tuppo e che buone che sono poi con la granita sono super 🙂

    @Meris: grazie :-))

    @Luca and Sabrina: grazie per le belle parole 🙂

    @max-la piccola casa: grazie 🙂

    @Passiflora: aspetto di vedere le tue 🙂

    @fausta: ciaooooooo cara che bello rileggerti 🙂

  • Leave a Reply